Da cosa nascono il mio interesse, il mio amore e la mia passione per il Vintage?
I primi ricordi della mia infanzia mi riportano nella casa di campagna dei miei nonni.
Ricordo gli abiti della nonna, i tessuti pregiati, le sete lucide e scivolose d’estate, le calde e avvolgenti lane d’inverno. I colletti inamidati, i polsini bianchi, le minuziose cuciture, le pieghe della stoffa con le sue mille curve e drappeggi, i colori sobri: in una parola, l’eleganza!
E con elenab. sono partita dal mio passato.
La stimolante ricerca di pezzi unici, l’alta sartoria degli anni Cinquanta e Sessanta, gli eccentrici e innovativi anni Settanta, gli opulenti e eccessivi Ottanta e Novanta.
Ogni pezzo ha una sua storia ed un’anima, non è solo un capo quello che si compera nel vintage, è un pezzo di storia di una persona, è carico di ricordi e simbolismi. Questo fa parte del fascino dell’acquisto di un capo del passato.
Nel mio negozio si tratta anche abbigliamento militare originale: Field Jacket americani usati nella guerra del Vietnam. Lo stesso modello ma desertico per la guerra in Afghanistan. I Peacoat della Marina Americana. Il Parka in goretex che protegge da vento, pioggia e neve. Per non parlare del mitico PARKA, giubbotto dell’esercito americano, diventato negli anni Sessanta il simbolo assoluto del Modernismo (movimento British). Le giacche in lana dell’esercito svedese. Giacche dell’esercito elvetico. Le camice Moleskin dell’esercito tedesco. Le bellissime e nuove – la Russia lascia in dotazione ai suoi marinai le mitiche magliette- t.shirt della marina russa declinate in vari colori, ognuno corrispondente ad un corpo speciale: blu fiordaliso paracadutisti, rosso reparti speciali, nero fanteria navale.